Lettura ritmica, tutto quello che devi sapere

Ti è mai capitato di incontrare dei ritmi difficilissimi da riuscire a solfeggiare? In tantissimi brani musicali potrai incontrare diverse combinazioni di figure musicali che risultano davvero impossibili da leggere se nel frattempo dobbiamo anche pensare ai movimenti della mano, tipici del solfeggio.
In questo caso viene in nostro soccorso la lettura ritmica. In questo articolo ti spiegheremo cosa è e come funziona.

Cosa è la lettura ritmica?

La lettura ritmica è un ramo del solfeggio musicale che prende in analisi i valori delle note e non l’altezza, non importa quindi se la nota sul pentagramma sia DO FA o SI, importa, invece, sapere se è una semiminima, una croma o una semicroma.

Padroneggiare la lettura ritmica ti aiuterà sicuramente negli esercizi di Dettato ritmico.

Come funziona la lettura ritmica?

Ogni brano musicale ha in chiave un tempo che indica quanti valori sono contenuti all’interno dalla battuta. Prendiamo come esempio una battuta in quattro quarti (4/4):

lettura ritmica semiminima

Impostiamo il metronomo a 80 bpm, ogni semiminima varrà un battito di metronomo. A questo punto ti basterà pronunciareTA” ad ogni battito di metronomo. 

Le frecce verdi indicano a quale nota corrisponde il beat del metronomo. Prova tu, adesso.

Hai appena solfeggiato la tua prima battuta!

Purtroppo, però, non è sempre così semplice. Se, per esempio, in una battuta avessimo note con valori musicali più grandi?

La minima

Sappiamo che la minima vale 2/4 quindi due battiti di metronomo, a questo punto basterà aggiungere una A al TA e prolungare il suono per due battiti di metronomo. 

lettura ritmica minima

E se avessimo dei valori più piccoli della semiminima?

In questo caso bisogna dividere ogni battito del metronomo in due parti uguali. Prendiamo una parola con due sillabe come “casa” alla prima croma corrisponderà la sillaba CA e alla seconda la sillaba SA a questo punto devi pronunciare la parola “casa” a tempo con il metronomo. 

lettura ritmica crome

le semicrome

La semicroma vale 1/16, questo significa che in un battito di metronomo ci sono quattro semicrome. Seguiamo lo stesso ragionamento che abbiamo adottato per solfeggiare le crome e cerchiamo una parola con quattro sillabe come “tavolino”, dividiamo la parola in sillabe e assegnamo una sillaba ad ogni semicroma. Adesso pronunciamo la parola ad ogni beat. 

lettura ritmica semicrome

Le pause 

Le pause possono essere di valore diverso e ad ogni pausa corrisponde il rispettivo valore di silenzio. Quindi dovrai semplicemente non fare niente. 

Vediamo nel dettaglio le varie pause:

La pausa di semiminima

La pausa di semiminima vale 1/4, ovvero, un battito, quindi, in questo caso, il primo battito sarà di silenzio agli altri tre corrisponderà, invece, TA

pausa di semiminima lettura ritmica

La pausa di minima

La pausa di minima vale 2/4, quindi, due battiti di metronomo. Il primo e il secondo battito di questa battuta saranno di silenzio.

solfeggio pausa minima

La pausa di croma

La pausa di croma vale 1/8 quindi metà di un battito. Assegnamo alla pausa di croma e alla croma sempre le due sillabe della parola “casa”, quindi, alla pausa corrisponderà la sillaba CA e alla nota la sillaba SA. A questo punto pensa la sillaba CA senza dirla e pronuncia la sillaba SA

pause crome solfeggio

Esercitarsi con la lettura ritmica

Adesso serve tanta pratica e tanta pazienza. Chiaramente nel nostro blog trovi degli esercizi di lettura ritmica gratuiti, comincia da lì!

Informazioni sull'autore

4 commenti su “Lettura ritmica, tutto quello che devi sapere”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su