Segni di espressione e dinamica in musica

Spesso mentre leggiamo uno spartito musicale oltre alle note troviamo dei piccoli segni posti accanto o sopra le note stesse, troviamo anche delle piccole letterine spesso poste sotto il rigo musicale, insieme magari a qualche altro simbolo.
Ma a cosa servono questi segni? E come vanno interpretati dall’esecutore? Se cerchi un articolo semplice ed esaustivo che te ne spieghi il significato, sei nel posto giusto!
In questo articolo ti dirò in maniera semplice cosa significano i vari segni d’espressione e le diverse dinamiche in musica.

Le dinamiche:

Screenshot 2023 10 24 alle 19.12.52

I segni (come quelli nell’immagine) che spesso trovi sotto il pentagramma indicano con quale intensità il compositore vuole che tu esegua le note e sono chiamati segni dinamici.
I segni dinamici possono essere diversi a seconda dell’intensità con la quale devi suonare un determinato suono.
Ecco un piccolo schema:

schema dinamiche

In una composizione musicale, il passaggio da un grado dinamico ad un altro può essere improvviso o graduale.
Un cambiamento dinamico improvviso lo si ottiene scrivendo il segno sopra le note proprio quando si vuole avere il cambiamento.
A questo scopo, alcuni segni dinamici possono essere combinati assieme, ad esempio fp, che vuole dire forte seguito improvvisamente da piano.

Attenzione però, la dinamica posta sotto una nota continua ad essere valida per tutte le note successive fino ad un successivo segno dinamico.

dinamiche 1

Quindi, nel caso di questo esempio il forte non corrisponderà solo alla nota Do ma a tutte le note successive fino al piano della nota Do della seconda battuta.

dinamiche

Le forcelle:

Il passaggio graduale, da un grado dinamico ad un altro è di solito indicato da un segno a forma di forcella.
Le forcelle che possiamo trovare sono di due tipi:

crescendo 3che suggerisce un aumento dell’intensità sonora

decrescendo che, al contrario, suggerisce un calo di intensità sonora.

E’ anche possibile trovare delle scritte che esprimano a parole il significato delle forcelle: ad esempio, crescendo decrescendo o diminuendo.

Altri segni d’espressione :

Vi sono molti altri segni usati per indicare effetti particolari.
I più frequenti sono:

sforzando che vuol dire sforzando, cioè rinforzando il suono con un accento marcato.

46e6df52 2717 4c99 9eb0 4388504e246fche vuole dire staccato, cioè suono breve, come pizzicato.

staccatissimoche vuol dire staccatissimo 

tenutoche indica suono tenuto, e vuol dire che la nota deve essere tenuta o sostenuta per tutta l’esatta durata del suo valore e, in più, leggermente accentuata.
Questi segni sono posti sopra o sotto la nota a cui si riferiscono.

A volte possibile trovare un aggettivo, come cantabile, sostenuto, dolce, giocoso, maestoso, animato etc.. posto all’inizio del brano o di un periodo musicale. Questo serve a far capire il carattere generale del brano, quindi, anche le diverse dinamiche poste sul pentagramma saranno subordinate all’aggettivo. Mi spiego meglio, un forte di un brano “dolce cantabile” sarà diverso da un forte di un brano “marziale, solenne”

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ottimizzato da Optimole
Torna in alto

Manifesto accordi

Non andartene senza scoprire il nostro Manifesto degli Accordi al Pianoforte! Questo elegante poster A2 è il compagno perfetto per la tua pratica musicale. Visualizza rapidamente gli accordi e memorizza le note con facilità.
Appendi il manifesto vicino al pianoforte e trasforma il tuo spazio musicale!

Manifesto accordi

Non andartene senza scoprire il nostro Manifesto degli Accordi al Pianoforte! Questo elegante poster A2 è il compagno perfetto per la tua pratica musicale. Visualizza rapidamente gli accordi e memorizza le note con facilità.
Appendi il manifesto vicino al pianoforte e trasforma il tuo spazio musicale!