I gradi della scala e la loro funzione

Come abbia già visto in questo articolo, le scale musicali sono fondamentali se ci si vuole avvicinare allo studio della musica o di uno strumento. E’ importante, non solo conoscere a memoria le varie tonalità, ma capire anche la loro struttura e il ruolo che ha ogni singola nota all’interno della scala. In questo articolo, quindi, parleremo dei gradi della scala e della loro funzione.

Cosa sono i gradi della scala?

Ogni suono che compone la scala è detto grado, quindi, ai sette suoni della scala corrisponde un grado diverso. il primo suono sarà il primo grado, il secondo sarà il secondo grado, e così via.

A cosa servono i gradi della scala?

Il sistema tonale si basa sulla gerarchia che i vari suoni hanno all’interno di una scala.

I gradi servono a stabilire il ruolo di ogni suono all’interno delle scale. Essendo il ruolo determinato dal grado è applicabile a tutte le tonalità, non importa, infatti, se la nota sarà Do – Re – Mi, importerà sapere se è un primo un secondo o un terzo grado.

Passiamo, adesso, all’analisi di tutti i singoli gradi capendo che ruolo hanno:

I GRADI DELLA SCALA

Il primo grado

Il primo grado si chiama Tonica. E’ il suono su cui è costruita la scala, la nota cardine alla quale tutti gli altri suoni devono fare capo

Il secondo grado

Il secondo grado si chiama sopratonica perché si trova sopra la tonica ed è un grado di passaggio. Può andare verso il quinto grado.

Il terzo grado

Il terzo grado si chiama mediante o modale perché è quello che termina il modo della scala, che può essere minore o maggiore. Se si trova a distanza di due toni dalla tonica la scala sarà maggiore, se dista un tono e mezzo sarà minore.

Il quarto grado

Il quarto grado si chiama sottodominante in quanto si trova sotto il quinto grado chiamato dominante. Il quarto grado ha un carattere di instabilità, di tensione; può andare verso il quinto o risolvere sul terzo grado.

Il quinto grado

Il quinto grado si chiama dominante ed è un grado importantissimo che si contrappone ma allo stesso tempo conferma la tonica. Ha un carattere tensivo.

Il sesto grado

Il sesto grado si chiama sopradominante ed è un grado di passaggio

Il settimo grado

Il settimo grado si chiama sensibile e, trovandosi a distanza di un semitono dalla tonica è il grado che genera la massima tensione all’interno dell’armonia tonale. Questo grado risolve sul primo.

In alcune scale il settimo grado, però, non dista un semitono ma due, in quel caso non si chiama più sensibile ma sottotonica. Secondo la teoria classica trovare il settimo grado a distanza di due semitoni è un’eccezione. Nella musica blues, rock e jazz, invece, è un fenomeno molto frequente.

Il rapporto fra i gradi musicali

Come avrai letto sopra, esistono dei gradi che hanno carattere tensivo e altri che hanno carattere di riposo. il sistema tonale si basa proprio su questo, sull’alternanza di momenti di tensione che vengono risolti sul gradi di riposo. Altri gradi, invece, hanno solo un ruolo neutrale di passaggio. Per riassumere, quindi, i gradi tensivi della scala sono:

  • Sottodominante
  • Dominante
  • Sensibile

I gradi di riposo sono, invece:

  • Tonica
  • Mediante

Informazioni sull'autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su